×

LOTTA ALLO SPRECO, KM 0 E TERRITORIO LE LANGHE IN TAVOLA AL RISTORANTE FRE

Commenti disabilitati su LOTTA ALLO SPRECO, KM 0 E TERRITORIO LE LANGHE IN TAVOLA AL RISTORANTE FRE

LOTTA ALLO SPRECO, KM 0 E TERRITORIO LE LANGHE IN TAVOLA AL RISTORANTE FRE

ITALIA A TAVOLA – 16 FEBBRAIO 2019

di Piera Genta

Si scende in una conca tra i vigneti di Monforte d’Alba (Cn) per raggiungere Réva Vino e Resort, in località San Sebastiano, un agriturismo di charme ricavato da un vecchio cascinale. 

Dispone di 12 camere, una moderna spa, piscina interna ed esterna, campo da golf da 9 buche, cantina e ristorante ambientato in quella che in origine era l’officina del maniscalco.

Tutto concepito con il criterio della sostenibilità integrale, dalla strada di pietra di Langa e ghiaia che conduce alla proprietà fino al fabbisogno energetico, all’acqua prelevata da una fonte autoctona, all’attenzione al paesaggio e alla conduzione dei vigneti. Fre, il nome del ristorante che in dialetto piemontese significa appunto fabbro, può accogliere fino a 30 commensali. In cucina Paolo Meneguz, trentenne di origine torinese, grande appassionato di selvaggina, di prodotti della pesca e di foraging, una lunga esperienza al fianco di Ciccio Sultano, Nadia Santini e soprattutto Valeria Piccini, coadiuvato da un team di giovani entusiasti.

Paolo Meneguz

Proposte molto interessanti dalle cotture essenziali che interpretano la cucina langarola basate su un ingrediente dominante con al massimo tre complementi vegetali per arricchirne i sapori. Menu alla carta e tre percorsi degustazione studiati in base alla disponibilità delle materie prime a km zero, scelte esclusivamente in base alla stagionalità tra produttori locali conosciuti dallo chef. Lotta allo spreco, orto e frutteto biologico completano la filosofia del ristorante.

Da non perdere i Ravioli del Plin nella versione di Paolo ripieni di Castelmagno saltati in fondo di cipolla arrosto dal colore caramellato e profumo invitante. Negli ambienti troviamo un’attenzione particolare per l’artigianato della zona: tavoli in legno, tanto eleganti che non richiedono la tovaglia, chiodo riforgiato ritorto per appoggiare le posate, sottobottiglie in cuoio lavorato, piatti in gres e preziosi coltelli da tavola di Vernante, paesino in provincia di Cuneo, patria del coltello. Ed ancora i bicchieri della Zalto, sottili ed eleganti che permettono di valorizzare l’interessante lista dei vini con oltre 500 etichette italiane e straniere, molte delle quali prodotte dall’azienda stessa. Prezzi assolutamente nella media.

Per informazioni:
www.ristorantefre.it
www.revamonforte.it

Author